Nayib Bukele : perché il presidente di El Salvador sta puntando l’economia del paese su Bitcoin?

Mag 30, 2022 | 0 commenti

El Salvador possiede almeno 1.801 bitcoin del valore di circa 66 milioni di dollari.. Bukele, uno dei più grandi promotori delle criptovalute, ha trasformato il paese centroamericano, con un PIL medio pro capite di meno di 4.000 dollari, in uno dei più grandi motori delle criptovalute.

Nayib Armando Bukele Ortez è un e uomo d’affari (San Salvador24 luglio 1981) è un politico salvadoregno e uomo d’affari, presidente di El Salvador, già sindaco di Nuevo Cuscatlán e di San Salvador.

Nel giugno 2021, Bukele ha promosso un voto legislativo per adottare Bitcoin come moneta legale in El Salvador e l’intenzione di investire un milione di dollari nell’installazione di 1.500 bancomat di criptovaluta in grado di scambiare il dollaro USA con bitcoin o viceversa. Oltre a lui, molti legislatori hanno sostenuto che l’accettazione di Bitcoin potrebbe portare i cittadini non bancarizzati nell’economia e facilitare i pagamenti transfrontalieri. I critici, tuttavia, hanno definito la mossa irresponsabile.

Il presidente di El Salvador ha fatto riferimento alla vendita di criptovalute, dicendo: “Alcuni ragazzi stanno vendendo molto a buon mercato”.

Tuttavia, Bitcoin è crollato di recente, innescando un brusco pullback da parte degli investitori, che ha colpito le parti più preziose del mercato azionario, come i titoli tecnologici.

Che impatto ha il bitcoin sull’economia di El Salvador?
Bitcoin è sceso del 20% nell’ultima settimana e ha perso quasi il 28% questo mese. È sceso di quasi il 50% dal suo massimo storico di circa 69.000 dollari a novembre, mettendolo saldamente nel territorio del mercato orso.

Secondo Bloomberg, El Salvador detiene almeno 1.801 bitcoin del valore di circa 66 milioni di dollari al 25 gennaio, o il 2% delle riserve elencate 2020 del paese. (Al massimo storico di Bitcoin a novembre, quelle monete avrebbero avuto un valore di 124 milioni di dollari).

La Federal Reserve intende ridurre il sostegno che ha fornito all’economia durante la pandemia e aumenterà i tassi di interesse quest’anno mentre lotta con un rapido aumento dell’inflazione dei consumatori e dei salari.

Per servire il suo debito, El Salvador ha bisogno di soldi. Le sue finanze dipendono dal fatto che gli investitori internazionali siano disposti a comprare più debito nazionale, che attualmente rappresenta circa l’84% del suo PIL (territorio pericoloso per una piccola economia in lenta crescita).

Il governo di Bukele sta ora cercando di negoziare un prestito dal FMI.